con le liste BORGO E OLLE BENE COMUNE e BORGO DOMANI abbiamo elaborato un programma innovativo, completo e ricco di spunti per il futuro del nostro territorio. 

Scaricalo qui

COMUNE DI BORGO VALSUGANA (TRENTO)

ELEZIONI COMUNALI 26 MAGGIO 2019

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO PER IL

GOVERNO 2019 – 2025 DEL COMUNE DI

BORGO VALSUGANA (TN)

LISTE:

“BORGO DOMANI”

“BORGO E OLLE BENE COMUNE”

PRESENTATO DAL CANDIDATO SINDACO

ENRICO GALVAN

INTRODUZIONE

Carissimi cittadini di Borgo e di Olle,

amministrare un Comune è un impegno ed una responsabilità. Dedicarsi a tempo pieno alle molteplici questioni che ogni giorno vengono affrontate è doveroso e rispettoso per il ruolo che un Sindaco del Comune più rappresentativo della Valsugana Orientale deve avere.

Borgo Valsugana sempre di più dovrà avere un ruolo centrale nelle politiche di sviluppo di tutto il territorio della Valsugana cercando di contribuire alla crescita anche dei territori circostanti perché solo una Valsugana unita e propositiva saprà garantire un futuro occupazionale e sereno alle generazioni di domani.

La nostra bellissima borgata è apprezzata per un centro storico unico nel suo genere, una rete commerciale estremamente varia e molti servizi a disposizione di tutti.

Amministrare significa guardare l’oggi con occhio critico, ma soprattutto immaginare un domani ricco di opportunità e sviluppo. Per questi motivi il programma amministrativo che presentiamo vuole dare risposte concrete ed attuabili su questioni cogenti ma allo stesso tempo impostare un lavoro programmatico che con innovazione, voglia di fare e concretezza possa raggiungere obiettivi utili a tutta la comunità.

Noi siamo un gruppo civico perché all’interno delle nostre liste vi sono moltissime sensibilità e professionalità differenti. Queste caratteristiche, sia in fase di stesura del programma, ma anche nell’amministrazione del bene comune sapranno stimolare ragionamenti di prospettiva di estrema qualità. In una terra ricca di storia e radicata nella propria Autonomia dobbiamo fare tesoro delle sfide del passato per declinarle all’oggi una visione aperta e matura.

Un ente pubblico è complesso e variegato, si deve trovare sempre un equilibrio tra le volontà e il rispetto delle moltissime norme che spesso ingessano anche i buoni propositi. La nostra proposta vorrà essere di stimolo ai legislatori provinciali affinché su molti argomenti si possano trovare delle semplificazioni e agevolazioni che ricadranno positivamente anche sulla nostra comunità. Ci deve essere quindi una politica attenta che non subisce passivamente, ma che si fa garante dei propri cittadini.

Come candidato Sindaco mi metterò completamente a disposizione dell’ente e dei cittadini. Sono abituato ad affrontare le questioni con approfondimento e responsabilità come ho sempre fatto sia nel lavoro da dipendente in azienda privata per più di vent’anni, sia in questi anni come Assessore comunale e Vicesindaco. Con una squadra rinnovata e di qualità, metterò a disposizione la mia coerenza, perseveranza, serietà ed esperienza per un ruolo importante e di grande responsabilità. Un ruolo di guida non solo della giunta e della maggioranza, ma che possa essere da forte stimolo per la comunità, il mondo associativo e il comparto imprenditoriale affinché rinasca e si rafforzi una coscienza collettiva positiva e di condivisione. Non si potrà mai essere tutti d’accordo sulle questioni affrontate ma l’importante è condividere dei percorsi, prendere delle decisioni e portarle poi avanti con dedizione e tenacia.

Io sono abituato a vedere il bicchiere mezzo pieno non perché sia un ottimista a prescindere ma perché ritengo che sia un vantaggio di tutti cercare di riempire il bicchiere anziché svuotarlo del tutto.

E’ un impegno che ogni cittadino si deve prendere, nel rispetto degli altri e nel rispetto dell’ambiente in cui vive e noi vogliamo essere dei buoni padri e madri di famiglia che hanno la responsabilità del bene di tutti.

Un percorso culturale che è fondamentale sostenere in un mondo d’oggi fatto di divisioni e contrapposizioni, uno strumento non solo di crescita e sviluppo ma soprattutto come collante tra persone diverse ma che hanno a cuore il proprio futuro.

PUNTI PROGRAMMATICI

Abbiamo inteso suddividere in capitoli per cercare di dare una visione complessiva della nostra idea

  • AMBIENTE
  • SICUREZZA GENERALEe SICUREZZA AMBIENTALE
  • OPERE PUBBLICHE
  • OPERE DI INTERESSE SOVRACOMUNALE
  • COMMERCIO, TURISMO, SVILUPPO E CRESCITA
  • CULTURA
  • SPORT
  • FAMIGLIA, SOCIALE E VOLONTARIATO, POLITICHE GIOVANILI
  • SCUOLA, FORMAZIONE PROFESSIONALE E OCCUPAZIONE
  • VAL DI SELLA e GESTIONE BOSCHIVA
  • AGRICOLTURA
  • ARTIGIANATO
  • OSPEDALE CIVILE SAN LORENZO
  • URBANISTICA
  • ENERGIE RINNOVABILI E MOBILITA’ SOSTENIBILE
  • COMUNICAZIONE

AMBIENTE

Il nostro territorio è caratterizzato da varie situazioni ambientali che soprattutto negli ultimi anni hanno portato in evidenza questioni del passato delicate e che meritano attenzione e soluzioni urgenti. In particolare si cita la discarica nella ex cava di San Lorenzo, la discarica parcheggio centro sportivo e il sito inquinato di via Medici. Sono questioni emerse con urgenza e che sono state trattate in questi anni secondo i dettami di legge. Situazioni diverse e che ora vanno affrontate singolarmente ma con un unico obiettivo di garanzia a protezione dell’ambiente e delle persone.

Il sito inquinato da prodotti petroliferi nella zona di Via medici è in fase di bonifica con le migliori tecniche attuali e si prosegue con il continuo monitoraggio dell’area per addivenire ad una bonifica completa. Il comune si è attivato in via sostitutiva.

La discarica presso il parcheggio del centro sportivo, con un piano di caratterizzazione approvato e una serie di campionamenti specifici, andrà bonificata asportando il materiale con successivo ripristino o resa inerte tramite un sistema strutturale di copertura che garantisca anche in futuro la salubrità della zona e delle falde sottostanti.

La discarica presso la ex cava di San Lorenzo ha attualmente un piano di caratterizzazione approvato e questa dovrà essere bonificata tramite asportazione del materiale inquinante viste le concentrazione di cromo esavalente riscontrate a valle e che al momento sono sotto controllo grazie al lavoro di copertura con teli di tutta l’area. Considerata la posizione, pretendiamo si riporti allo stato naturale la zona con l’asportazione del materiale inquinante non potendo immaginare di lasciare una zona boschiva coperta da teli di plastica.

Questi interventi non devono essere lasciati alla sola responsabilità finanziaria del Comune in quanto non sarebbe assolutamente in grado di farvi fronte in via sostitutiva e quindi si proseguirà con i tavoli di concertazione con la Provincia per addivenire a soluzioni condivise ed attuabili.

Per quanto riguarda lo stabilimento industriale delle Acciaierie, si intende attivare la sottoscrizione dell’Accordo di Programma previsto dall’art. 33 del vigente Piano Urbanistico Provinciale. Con lo stabilimento attivo è indispensabile continuare ad implementare e regolamentare tutti i sistemi di controllo non solo delle emissioni dai camini ma anche delle emissioni diffuse/fuggitive.

Dopo l’aggiornamento da parte della Provincia dell’Autorizzazione Integrata Ambientale del gennaio 2019 (che ha recepito una serie di indicazioni proposte anche dal Comune) si intende:

– far implementare e monitorare il sistema di videosorveglianza esterno che deve essere posizionato in modo ottimale per la verifica delle eventuali emissioni diffuse/fuggitive con sistema 24h/24.

– riportare il monitoraggio mensile, previsto ora semestrale, delle emissioni di mercurio fino a quando non sarà possibile implementare un sistema di controllo con l’installazione di nuovi strumenti di monitoraggio in continuo dai camini dello stesso inquinante

– si devono avere garanzie certe e verificate sulla qualità del rottame utilizzato in fusione

– si richiede un adeguamento del sistema produttivo che riduca considerevolmente fino ad eliminare tutti i casi di emissioni diffuse

– si deve rendere la copertura della struttura dell’impianto del capannone idonea alla non dispersione di emissioni diffuse/fuggitive

Come scelta programmatica è certo che per questioni ambientali e occupazionali si debba lavorare con la Provincia di Trento, i proprietari e il mondo imprenditoriale, ad un futuro dove le industrie pesanti siano sostituite da impianti produttivi a bassissimo impatto ambientale e con garanzie occupazionali a lungo termine.

E’ previsto il proseguimento della certificazione ambientale EMAS già in essere al Comune di Borgo (Eco-Management and Audit Scheme, strumento volontario creato dalla Comunità europea al quale possono aderire volontariamente anche gli enti pubblici per valutare e migliorare le proprie prestazioni ambientali).

Si intende promuovere un accordo con la Provincia per incentivare l’ammodernamento dei sistemi a biomassa presenti nelle abitazioni del nostro paese con contributi diversificati ma rilevanti sia per la sostituzione delle stufe, sia per l’adeguamento eventuale dei sistemi camino. E’ prevista una campagna di informazione e formazione specifica sulle migliori tecniche per ridurre l’inquinamento da biomassa.

SICUREZZA GENERALE e SICUREZZA AMBIENTALE

Nel proprio paese è fondamentale sentirsi sicuri e vivere serenamente, per questo motivo si è inteso promuovere una campagna di videosorveglianza con sistemi fissi e mobili di controllo. La prima fase si è appena conclusa con l’installazione delle telecamere ai varchi di accesso del nostro territorio. Tale sistema, collegato con la centrale di Polizia locale non ha funzione di controllo velocità ma per indagini di polizia, controllo auto rubate, revisioni e assicurazioni scadute. Questo per permettere un’efficace azione di controllo e prevenzione. La seconda fase prevede l’installazione di un sistema di videosorveglianza interna al paese con sistemi fissi e sistemi mobili per verificare le aree più sensibili (portici, parchi urbani, piazze, ecc…), il monitoraggio delle aree di raccolta rifiuti e per tutti i casi che le forze di polizia reputeranno utili.

Si intende migliorare l’illuminazione notturna nei parchi e nelle aree periferiche. All’interno dei parchi urbani si intende implementare un sistema di divieti specifici che limitino l’accesso a chi tende ad usare i nostri parchi in modo sbagliato (divieto di portare bottiglie di vetro, abbandono rifiuti, ecc…).

Stretta collaborazione con le forze dell’ordine per:

– la segnalazione di luoghi e persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti

– individuare ed allontanare persone che commettono atti illegali e quindi indesiderate all’interno della nostra Comunità

– informazione e formazione alla comunità con incontri dedicati per conoscere e migliorare la percezione di sicurezza propria e dell’ambiente in cui si vive anche in relazione ai furti e alle truffe.

Le recenti calamità che hanno colpito il Trentino e in particolare il nostro territorio sono state affrontate con grande senso di responsabilità. Fortunatamente il sistema di protezione civile, ben integrato con i servizi effettivi, ha compiuto un lavoro eccezionale a salvaguardia delle persone e del territorio. La nostra intenzione è di aggiornare il piano di protezione civile comunale con l’esperienza di quanto accaduto e quindi tarando molte misure adottate. Attivare un monitoraggio continuo e puntuale con degli interventi specifici di pulizia dei canali di scolo e sollecitando i privati di mantenere le vie di accumulo libere. Verifica e interventi di sistemazione nelle zone a rischio con un piano concordato con i Bacini Montani sia nella zona di Borgo che nella zona di Olle e Sella. Monitorare le reti paramassi e le aree a rischio smottamenti.

OPERE PUBBLICHE

I lavori pubblici ricoprono un ruolo importante nella pianificazione generale per migliorare l’architettura della propria comunità e per garantire servizi adeguati ai cittadini.

In questo capitolo si riportano alcuni esempi importanti che si intende realizzare.

– in collaborazione con STET (attingendo anche a contributi provinciali e/o europei) pianificare annualmente una manutenzione straordinaria delle reti di acqua potabile e scarichi comunali. Si cita in particolare il sistema acque bianche e acquedotto nella zona di Viale Vicenza/Via Temanza, l’implementazione del sistema di smaltimento acque bianche nelle zone dei boali e l’implementazione dei sottoservizi nelle zone di ampliamento o dove attualmente sono sotto dimensionati.

– adeguamento e sicurezza area sosta camper con barriere automatizzate e videosorveglianza

– ampliamento parcheggio in località Carlon in Val di Sella

– riorganizzazione sistema della viabilità e sosta in Val di Sella

– ampliamento e riorganizzazione del parcheggio lato cimitero con nuovo accesso in sicurezza con rotatoria da Via Giovannelli. Parcheggio di attestamento con aumento da 120 a 170 posti auto e sosta programmata a servizio delle nuove scuole elementari.

– riqualificazione dell’area verde in località alla Croce a Olle per nuovi parcheggi e area dedicata allo svago dei ragazzi con fascia età maggiore 12 anni (fitness all’aperto, giochi tematici, ecc…)

– parcheggio a servizio della caserma dei Carabinieri

– Implementazione sistema acqua potabile presso la Casina degli Alpini in Val di Sella.

– Riqualificazione area parco prà mercato

– tinteggiatura Municipio e casa della Comunità

– ampliamento delle aree in centro storico riqualificate con porfido con una prevalenza dei percorsi pedonali

– riorganizzazione e parziale ristrutturazione delle ex scuole elementari di Olle (con futuro utilizzo sempre nell’ambito della didattica e della formazione)

– realizzazione pista ciclabile in sicurezza per gli allenamenti dei giovani ciclisti

– loculi per urne cinerarie presso il cimitero di Olle

– nuovo ingresso piscina/centro sportivo con riqualificazione complessiva dell’area

– realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati con funzione di rallentamento veicolare e sicurezza dei pedoni

– creazione area sgambamento cani con attrezzatura dedicata

– asfaltature e messa in sicurezza viabilità con una programmazione in specifico piano asfalti tenendo conto anche di nuove tecnologie a basso impatto ambientale. Porre particolare attenzione alle strade interne comunali ma anche alle strade interpoderali che necessitano di interventi importanti.

– illuminazione del tratto ciclo-pedonale tra Borgo e Olle

– riqualificazione urbana con interventi su Via Spagolla, sulla SP109 e nei pressi dell’Ospedale

– messa in sicurezza dei parchi gioco di Borgo e Olle con eventuale adeguamento e/o sostituzione dei giochi attualmente installati

– riqualificazione Parco della pace con riorganizzazione e implementazione posti auto, zone dedicate e attrezzate per eventi culturali, area gioco per bambini e valorizzazione dell’area dedicata alle opere d’arte in stretta correlazione con il nuovo percorso con Artesella “Sky museum” che si svilupperà all’interno del centro storico

– ampliamento Ostello Sportivo con riorganizzazione accesso e parcheggi da Via Piccola e ottimizzazione area verde di completamento tra ostello sportivo e piscina. Quest’opera intende ampliare l’offerta per i ritiri e camp sportivi su tutto l’anno, con prospettive importanti di indotto e visibilità per il territorio

– nuova mensa per le scuole medie

– tomo mitigazione rumore/inquinamento lungo la SS47

– tinteggiature antigraffiti per il mantenimento del decoro urbano

– sistemazione del parco urbano alle Viatte con accessi idonei in sicurezza e implementazione delle attrezzature di svago

– realizzazione parcheggio in centro storico ad Olle

– sistema di segnalazione parcheggi di attestamento con cartellonistica dedicata e segnaletica di avvicinamento

– Implementazione del sistema wi-fi nel centro storico di Borgo e Olle

– riqualificazione area “ex elementari” (dettaglio nel capitolo Commercio, turismo, sviluppo e crescita)

Alcuni lavori già appaltati e in fase di esecuzione da monitorare:

– adeguamento statico parcheggio lato medie con riqualificazione area basket e giardino e nuovo accesso ciclopedonale.

– realizzazione nuove scuole elementari come fondamentale momento di crescita delle nuove generazioni in un ambiente a misura di bambino, immerso nel verde e con strutture all’avanguardia.

– riqualificazione Piazza Degasperi e Piazza Martiri della Resistenza

– un salotto per Olle

– strada forestale Val Fassinera

– messa in sicurezza di parte della strada del Dosso con nuovi guardrail e parte di asfalto

– parcheggio con illuminazione presso il centro sportivo

– adeguamento per utilizzo pubblico auditorium Scuole Medie

– interventi sulla viabilità e su alcuni edifici a seguito della tempesta VAIA

– sistemazione vialetto pedonale tra le attuali scuole elementari e la pretura

– nuova asfaltatura e nuova illuminazione di Via Roma con marciapiede lato Brenta in porfido e riqualificazione parchetto con nuovo tratto ciclabile

– sistemazione campo calcetto sintetico a Olle

OPERE DI INTERESSE SOVRACOMUNALE

In questo capitolo si citano alcune opere di interesse sovra comunale per le quali Borgo si fa promotore:

– la realizzazione del marciapiede di collegamento sulla strada Borgo-Telve

– la riqualificazione del tratto ciclopedonale verso Castelnuovo nella zona del Centro commerciale

– la variante di Telve come opera di viabilità concordata con le amministrazioni interessate

– il collegamento tra la rotatoria ad est dell’abitato con la SS47.

– la rimodulazione della viabilità ordinaria nel tratto di Pergine est in direzione Trento per ridurre i disagi al pendolarismo locale verso Trento.

Sulla SS47 è imprescindibile la necessità di una riduzione del traffico pesante di passaggio e l’urgente messa in sicurezza; si sostengono gli interventi strutturali (nei tratti fuori Borgo) per limitare sorpassi pericolosi e si auspicano limitazioni al traffico pesante di passaggio con pedaggio selettivo. Per i progetti a lungo termine (Valdastico o le altre ipotesi) si attendono proposte concrete dagli enti provinciali e nazionali corredate da valutazioni economiche e d’impatto ambientale, per poterne valutarne l’eventuale efficacia.

COMMERCIO, TURISMO, SVILUPPO E CRESCITA

Questo tema ci sta molto a cuore perché abbiamo necessità di immaginare un futuro dove a Borgo si torni ad investire risorse, creando posti di lavoro e quindi stabilità economica e sociale.

Nel comparto commerciale è indispensabile una presa di coscienza degli operatori che è indifferibile unire le forze per attivare politiche comuni di promozione della rete commerciale, con un marketing non sporadico ma continuo e qualificato. Vi deve essere la consapevolezza che tramite la fidelizzazione della clientela si possono attivare iniziative con ottimi risultati ma questo passa anche e soprattutto tramite una qualificazione dell’offerta. Vi dovrà essere una responsabilizzazione negli orari di apertura dei negozi con una omogeneità territoriale e raccogliendo le nuove sfide che stanno nascendo nel centro storico. Si auspica una ridefinizione del Consorzio dei commercianti come indispensabile interlocutore con la pubblica amministrazione per iniziative e politiche di sviluppo condivise. La propensione all’imprenditorialità va sostenuta e stimolata sia dalla politica locale che da quella provinciale. E’ indiscutibile la necessità di creare una nostra identità specifica che possa essere usata come volano e marchio identificativo. Come amministrazione abbiamo assegnato all’APT un ruolo fondamentale di coordinamento negli eventi organizzati a Borgo che deve avere la funzione di stimolare la qualità organizzativa, utilizzare al meglio i contatti promozionali e sostenere con il proprio know how l’organizzazione e l’ideazione degli eventi. Questo tramite un tavolo tecnico permanente “sul turismo e la promozione locale”. Si utilizzeranno le rinnovate piazze con il collegamento al centro storico per eventi e festival a cadenza stagionale e con un programma dettagliato e calendarizzato in accordo con i vari partner del tavolo tecnico. In accordo anche con i proprietari privati, utilizzare i portici lungo Brenta per eventi ed attività culturali implementando così un percorso pedonale in centro storico fruibile e caratteristico dove la Brenta è elemento unico e straordinario. E’ indispensabile specializzarsi sui bambini e le famiglie sia nell’accoglienza ma anche con iniziative in tutte le stagioni dove far vivere il BORGO DEI BAMBINI con eventi dedicati e pensati in modo diverso a seconda del periodo. In questo contesto si inserisce ad esempio “il villaggio degli elfi” realizzato nel periodo natalizio. Si prevede l’acquisto di una serie di casette di vendita e promozione da poter installare facilmente lungo la nuova passeggiata nord delle rinnovate piazze che possa accogliere eventi commerciali, gastronomici e ludici.

Stretta collaborazione e stimolo alla locale Proloco che deve avere una funzione di collante tra le associazioni di Borgo e Olle per organizzare e gestire eventi, promuovere la conoscenza del nostro territorio, mantenere e migliorare l’arredo a servizio dei cittadini e dei turisti anche con concorsi o azioni dirette.

Va sostenuta una politica di stimolo alla comunità della Valsugana affinché acquisti e consumi rimangano sul nostro territorio creando così un indotto diretto.

Intendiamo sostenere le attività commerciali del centro storico con contributi specifici che incentivino il rinnovo degli arredi nei locali.

E’ nostra intenzione intervenire in modo accurato e preciso sulla gestione del verde e del patrimonio esistente con l’istituzione di un percorso di formazione e specializzazione specifico degli operatori. Si realizzeranno interventi di abbellimento del centro storico con fioriere e arredi idonei ricavando degli spazi di socializzazione.

Adottare delle forme di semplificazione dell’occupazione suolo pubblico per espositori e arredi a servizio delle attività commerciali e individuare delle agevolazioni economiche (ad esempio sulle tariffe dei plateatici) per le attività che aderiranno ad una politica di lotta al gioco d’azzardo (Slot free) introdotta dall’amministrazione.

Si vuole promuovere nel centro storico di Borgo un centro di ricerca universitario su tematiche legate all’ambiente e al territorio in un progetto che potrà costruire dei percorsi innovativi dove la Valsugana sia traino e motore di innovazione. Si intende sostenere un percorso legato all’alta formazione professionale in ambito turistico e ricettivo in collaborazione con le realtà esistenti e nuovi partner stranieri. Si prevede la realizzazione di HUB per giovani imprese per lo sviluppo delle idee e il potenziamento dei progetti d’impresa, con strumenti specifici e condivisi per lo stimolo di nuova imprenditorialità. Queste realtà, implementate nel tessuto urbano, porteranno risorse, indotto e stimolo anche per l’utilizzo degli appartamenti sfitti in centro storico.

Nella futura area ex elementari si propone un concorso di idee che strutturi l’area per una cittadella dei servizi legata al progetto “BORGO RICERCA E SVILUPPO”, quindi dedicata ai giovani, con parcheggi anche interrati ad uso pubblico, aree verdi, sedi associative, e un’area attrezzata per le feste.

Si promuoverà una stretta collaborazione con la proprietà di Castel Telvana per addivenire ad un progetto di fruibilità turistica.

Si promuoveranno e aggiorneranno le guide “info Borgo” e “Per le vie del Borgo” e si prevederà una segnaletica interna omogenea per raggiungere i luoghi di interesse e i percorsi consigliati. Grande importanza viene data al ruolo della ciclabile come passaggio all’interno del centro storico. Il percorso attuale sarà implementato con alcune bretelle di collegamento per circuiti di visita a luoghi storici o musei con segnaletica aggiornata. Verrà realizzata un’area di servizio per ciclisti in entrata est della ciclabile con attrezzature e informazioni.

Si proseguirà nel progetto di Artesella in centro storico denominato “Sky Museum” per un percorso espositivo d’arte che, unico nel suo genere, leghi la Val di Sella con il centro storico.

CULTURA

La cultura riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo di un territorio. Studi dimostrano inoltre quanto stretto sia il rapporto tra cultura e crescita sociale ed economica. Si ritiene di proseguire con l’attività promossa in questi anni cercando di attivare nuove forme di partecipazione. Molte iniziative culturali sono già citate in altri capitoli del programma in quanto rivestono un ruolo multidisciplinare. Intendiamo però porre l’attenzione su alcuni aspetti. La nuova biblioteca è una priorità programmatica. Anche in considerazione della richiesta di spazi da parte dell’Istituto Degasperi e nella consapevolezza che la zona attuale è ottimale sia per centralità, vicinanza alle scuole e ai servizi di trasporto pubblico si intende realizzarla ristrutturando la parte nord della “ex masera tabacchi”. Si intende realizzare un punto di riferimento sovracomunale come luogo di formazione, crescita ed informazione dove trovino spazio anche sale studio dedicate agli studenti e aree tematiche specifiche come la collezione Degasperi.

Si intende mantenere il patrimonio storico, artistico e architettonico attraverso interventi di restauro e conservazione dei beni pubblici e con contributi per i beni privati (vedi contributi facciate ed affreschi). Continuare nella realizzazione di pubblicazioni di ricerca e memoria storica sui beni principali. Si promuove l’annuale Festa della Cultura come momento importante di partecipazione anche delle Associazioni locali. Promozione della cultura attraverso serate di approfondimento su varie tematiche di attualità, storia e filosofia.

Impegno nella valorizzazione delle realtà museali presenti con la volontà di addivenire ad un sistema di qualità implementato e fruibile all’interno del circuito del Museo Diffuso promosso dal Sistema Culturale Valsugana Orientale. Sviluppare e promuovere iniziative ed approfondimenti sul tema della ricerca medica, della cura e del sollievo terapeutico in considerazione dell’annovero di Borgo tra le città del sollievo (promossa dalla Fondazione Ghirotti) e della valorizzazione storica con recupero della “Bomba al Cobalto” nel sito realizzato nei pressi dell’Ospedale San Lorenzo. Abbellimento dei portici lungo Brenta con le mostre tematiche che valorizzano uno degli scorci più caratteristici del nostro Comune.

Si intende individuare una nuova sede idonea per la Banda Civica di Borgo.

Valorizzazione di siti storici con manutenzioni delle aree e progetti di riqualificazione culturale e didattici (ad esempio Rocchetta, Zoparina, ecc…).

Si continuerà a sostenere la cultura del teatro con le Stagione teatrale con attori professionisti, quella del teatro dialettale a Olle e quella dedicata ai più piccoli. Troveranno sempre ampio spazio la stagione cinematografica con film d’essai e di ultima uscita, i festival e le rassegne cinematografiche potendo sfruttare appieno l’impianto digitale e il nuovo audio. Si intende rendere più accogliente lo spazio espositivo Erika Klien al piano terra del Municipio che da anni con grande successo ospita mostre che pochi altri comuni possono vantare.

Si promuove l’organizzazione di festival corali e un concorso polifonico che possano fungere anche da attrattiva extraprovinciale per conoscere il nostro territorio.

Si realizzerà l’esposizione, nella sede da poco ristrutturata contigua a Soggetto Montagna Donna, della collezione di oggetti rurali della donazione Camillo Andriollo. Si intende valorizzare con un’esposizione permanente alcune opere d’arte realizzate da Ferruccio Gasperetti.

Promuovere iniziative in collaborazione con l’Istituto d’arte per l’abbellimento di zone del centro storico come portici e sottopassaggi con murales e/o affreschi.

Si organizzeranno eventi musicali di vario genere: oltre alla musica classica ben promossa grazie alla presenza di numerose associazioni locali e ad accordi ad esempio con il Festival Regionale di Musica Sacra, si organizzeranno in proprio o tramite associazioni concerti per giovani (rock, pop, rap) e revival.

Mantenere e rafforzare i rapporti culturali con la città gemellata di Bludenz stimolando scambi di esperienze sia Istituzionali che con le associazioni locali.

SPORT

A Borgo possiamo vantare una serie di strutture sportive di cui essere orgogliosi. Queste sono messe a disposizione delle associazioni a favore di tutta la Comunità. Come già citato si manterrà sempre alta l’attenzione alle esigenze strutturali e manutentive del patrimonio esistente ma si vorrà inoltre implementarne l’offerta. E’ in fase di studio la pista di allenamento per i ciclisti su circuito protetto e zone attrezzate per lo sport all’aria aperta. Si valuta la ridefinizione degli spazi dei campi da tennis con la possibilità della copertura di 2 campi da gioco.

Le manifestazioni sportive (Coppa d’oro, coppetta e gare di ciclismo, meeting di atletica, gare di corsa, rally e tornei nelle varie specialità) sono molto apprezzate ed essendo un volano turistico e commerciale molto importante, pur nella consapevolezza che gli oneri amministrativi e burocratici affaticano gli organizzatori, si cercherà di compartecipare e sostenere sia le attuali ma anche nuove iniziative. Si valuterà inoltre di ampliare l’organizzazione di alcuni di questi eventi in centro storico per avere ricadute positive e di indotto diretto. In questo ambito l’accordo con Valsugana sport per la gestione del supporto logistico del Comune rileva una grande novità che a regime aiuterà molto gli organizzatori.

FAMIGLIA, SOCIALE E VOLONTARIATO, POLITICHE GIOVANILI

Le politiche familiari rivestono un ruolo fondamentale nella nostra politica in quanto sempre di più, e nelle varie declinazioni, è necessario individuare delle azioni di aiuto e sostegno.

La realtà dell’oggi presenta vari casi di povertà e solitudine che l’amministrazione ha l’obbligo di monitorare. E’ fondamentale cercare di coordinare le attività di aiuto che grazie alle realtà del volontariato e dei servizi sociali pubblici, devono e possono offrire sostegno umano e caritatevole per mitigare i problemi. Va istituito un tavolo comunale per le nuove povertà e disagi che definisca e monitori le situazioni cercando soluzioni a breve e a medio termine.

Il Comune di Borgo ha acquisito il Marchio Family ed assieme alla Comunità di Valle gestisce e coordina molte attività e servizi.

Si proseguirà con il progetto di sostegno alla natalità che prevede la fornitura ai neo-genitori un kit di pannolini lavabili e del materiale informativo.

L’implementazione nella biblioteca, in Municipio e negli altri servizi pubblici di angoli dedicati alle mamme dove poter utilizzare attrezzature per il cambio dei bambini. Questi spazi possono diventare anche delle piccole aree gioco.

Le aree verdi e i parchi urbani sono spazi da far vivere appieno alle famiglie in sicurezza. I giochi sono monitorati e potranno essere implementati in aree diversificate per età.

Si interviene con tariffe agevolate per la stagione teatrale e la stagione cinematografica a favore delle famiglie con più figli.

Si procede con la programmazione del “teatro con mamma e papà” per avvicinare anche i piccoli all’arte teatrale.

Tramite le scuole sono molte le iniziative messe in campo dall’amministrazione per le famiglie con percorsi culturali legati all’apprendimento della musica, alla letteratura e al teatro.

Presso la biblioteca si promuoverà la lettura per qualsiasi fascia d’età, implementando i percorsi legati alle difficoltà di apprendimento e organizzando eventi di lettura e di animazione.

Per quanto riguarda l’I.M.I.S. si intende introdurre un’agevolazione tariffaria per l’unità immobiliare abitativa e le relative pertinenze concessa in comodato ai parenti in linea retta che la utilizzano come abitazione principale.

Il Nido d’Infanzia comunale è un servizio indispensabile e di estrema qualità grazie alla competenza degli operatori presenti ed ai percorsi formativi-didattici svolti. E’ ipotizzato un ampliamento della struttura per far fronte alle richieste della comunità.

Si continuerà ad investire, in collaborazione con la Provincia di Trento, nei percorsi di sostegno dell’occupazione come ad esempio il “progetto intervento 19”, il “progetto intervento 20” e le convenzioni per il Progettone.

Oltre al sostegno alle iniziative legate al mondo della disabilità si promuove un confronto con le Istituzione e le associazioni di settore per la realizzazione in Valsugana di uno spazio abitativo dedicato a persone con disabilità non gravi dove possano creare socialità in parziale autonomia.

In collaborazione con il centro salute mentale e la comunità di valle si individueranno degli spazi di residenzialità leggera dove persone uscite da percorsi riabilitativi potranno reinserirsi gradualmente in società e con un accompagnamento professionale.

Ambito delicato e sempre più attuale è riferito alle persone anziane che necessitano di attenzione e coinvolgimento. E’ necessaria una politica di inclusione che porti ad una tutela progressiva attraverso i servizi erogati dalla Comunità di Valle e dalla Provincia e spesso tramite le forze del volontariato. Non mancherà il sostegno al Circolo Pensionati e Anziani e alle iniziative programmate.

Ruolo fondamentale è quello svolto dalla Casa di Riposo che in un contesto Provinciale complesso ed articolato dovrà dare garanzia anche in futuro di una sempre maggiore richiesta di spazi e servizi diversificati per età ed esigenze ma che sotto un’unica regia potrà dare risposte concrete. Casa di riposo che in questi ultimi anni si è aperta molto al territorio anche grazie alla convenzione sulle attività culturali e ricreative con la Biblioteca Comunale.

Gli “Orti per anziani” sono un esempio positivo di inclusione sociale e che nel tempo potrà essere implementato con altre aree.

Il tema del volontariato si interseca con tantissime tematiche citate all’interno del nostro programma. Va innanzitutto ringraziato chi si presta a servizio della propria Comunità e svolge a titolo gratuito e con impegno e dedizione ruoli di responsabilità non solo amministrativa ma anche sociale e culturale. Si intende stimolare la politica Provinciale perché adotti un sistema normativo univoco che a livello comunale permetta l’erogazione di contributi da una parte con garanzia di trasparenza e di equilibrio ma dall’altra non soffocante per il mondo del volontariato. Per l’attuale sistema di contributi si implementeranno delle forme di semplificazione soprattutto nella parte documentale rendicontativa. Sempre a livello provinciale vi deve essere una politica di agevolazione normativa per chi organizza grandi e piccoli eventi, che attraverso le agenzie provinciali di pubblico spettacolo, mettano a disposizione delle associazioni l’apparato tecnico.

A livello comunale si devono creare degli standard di riferimento per l’organizzazione di eventi che possano agevolare le procedure di richiesta e autorizzazione.

Si sta strutturando Valsugana Sport anche come braccio operativo comunale per la gestione della logistica negli eventi organizzati sul territorio comunale. Questo permetterà una migliore e puntuale assistenza, essendo gli eventi principalmente organizzati nei fine settimana.

Si intende promuovere la realizzazione di spazi e box ad uso magazzino a disposizione delle associazioni.

Implementare i locali assegnati come sedi associative per una migliore fruibilità e individuando spazi di condivisione.

Si intende procedere alla realizzazione di una struttura idonea per l’organizzazione delle feste campestri modulare e accessoriata.

Il mondo giovanile necessita di una visione differente rispetto ad altre tematiche simili. Si deve cercare una collaborazione che parta dal territorio e dalle esigenze che sono in continuo mutamento. Va stimolata la costituzione di un gruppo giovani locale che sia da interlocutore e promotore di approfondimenti, eventi o servizi dedicati. Si devono implementare le funzioni tecnologiche amministrative e il livello di formazione/ comunicazione digitale. Con la Comunità di Valle va rimodulato lo spazio giovani perché deve essere visto come uno strumento di crescita e sostegno culturale e sociale aperto a tutti e non selettivo.

Il centro sportivo sarà sempre di più un riferimento per Borgo Valsugana. Grazie alla partecipata Valsugana Sport e all’associazione Borgo Sport Insieme si può vantare una struttura unica in Trentino dove continuerà l’opera di implementazione dei servizi con spazi idonei per le attività ma soprattutto una costante opera di manutenzione per tenere alto il livello di offerta proposto.

SCUOLA, FORMAZIONE PROFESSIONALE E OCCUPAZIONE

L’amministrazione intende sostenere gli istituti scolastici di ogni ordine e grado intervenendo con la condivisione di progettualità suddivise per le varie fasce d’età scolare. Progetti teatrali e musicali saranno sempre presenti nelle nostre offerte di collaborazione come l’approfondimento alla lettura sostenuto dalla biblioteca comunale. Si promuoverà un continuo lavoro sulle politiche ambientali e sul coinvolgimento delle scuole in azioni e momenti aperti alla comunità per approfondire queste tematiche (risparmio energetico, gestione dei rifiuti, ecc…). Si ritiene di implementare il percorso di educazione civica con un rapporto di conoscenza dell’ente comunale e dei servizi erogati e far partecipare le scuole ad iniziative e laboratori che abbiano come riferimento situazioni locali (ad esempio collaborazioni tecniche come rilievi, rendering oppure idee progettuali di riqualificazione parchi urbani, ecc..).

Si intende sostenere l’implementazione dei servizi per gli studenti in partnerariato con la Provincia per soluzioni che agevolino e migliorino gli Istituti scolastici. Si intende sostenere una politica di supporto per il pendolarismo scolastico tramite la rete convittuale esistente ma migliorandone ad esempio i servizi di trasporto.

Per la nuova scuola elementare in fase di costruzione, si attiverà un tavolo tecnico anche con referenti della scuola per le attrezzature che saranno ritenute più idonee anche in considerazione dell’evoluzione tecnologica recente.

Si intende realizzare, in collaborazione con l’agenzia del lavoro, una serie di carrier day suddivisi per tipologia lavorativa che stimolino il confronto tra domanda e offerta. Questo è utile anche per creare in tempo nuove professionalità.

Si promuoveranno tavoli di confronto con Trentino Sviluppo, le agenzie Provinciali e il mondo imprenditoriale per definire una strategia a medio termine a sostegno dell’occupazione locale che riguardi tutta la Valsugana.

Percorsi di istruzione e formazione legati all’alta formazione e alla ricerca (già citati nel capitolo commercio, turismo, sviluppo e crescita)

VAL DI SELLA e GESTIONE BOSCHIVA

La nostra Val di Sella è un patrimonio ambientale unico e da difendere. La terribile tromba d’aria di fine ottobre 2018 ha compromesso una parte significativa del sistema boschivo. L’amministrazione intende seguire le direttive e i contributi Provinciali per addivenire in tempi ragionevoli, ad un ripristino completo e sicuro delle strade forestali e dei sentieri gravemente danneggiati. Oltre alla viabilità è indispensabile lavorare su una pianificazione legata al rimboschimento dove possibile e utile anche ai fini di prevenzione valanghe. Verrà analizzato lo studio sul rischio valanghe commissionato ad un tecnico specializzato e assieme ai servizi forestali si prevederanno gli interventi necessari. Altro tema è la vendita del legname dove si è inteso assegnare la quasi totalità dei lotti schiantati a ditte specializzate in quanto il livello di pericolo e di rischio connessi sono estremamente alti. Con le opportune informazioni sui rischi connessi saranno concessi ai censiti lotti di schianti non venduti.

In collaborazione con Artesella si è inteso promuovere anche la sicurezza del tratto pedonale lungo la viabilità ordinaria dove l’associazione ha curato la realizzazione e il completamento della passeggiata, mentre l’amministrazione provvederà alla realizzazione di nuovi passaggi pedonali con segnaletica dedicata.

La zona della baita Lanzola, in collaborazione con la locale SAT, sarà riqualificata sia nella parte a prato sia con una ristrutturazione dei locali per addivenire ad una struttura tipo rifugio escursionistico che possa accogliere anche con servizi adeguati, la comunità e i turisti.

In val di Sella sarà a breve attiva la colonia Daltrozzo che ristrutturata con risorse Comunali e Provinciali, darà modo di fruire di una struttura accogliente e ben organizzata anche a gruppi provenienti da tutto il Trentino in modo da promuovere il nostro territorio e sostenere l’indotto locale.

Artesella è una realtà che negli anni si è ritagliata un ruolo fondamentale e primario nel panorama culturale italiano ed internazionale. L’amministrazione intende collaborare ed esserne partner attivo affinché diventi sempre di più un punto di riferimento per promuovere la cultura, l’arte e l’architettura ambientale. E’ fondamentale rivedere e progettare un sistema di viabilità e sosta che, anche con iniziative private, riesca a mantenere decoro e ordine in una delle zone più belle del trentino (ad esempio il già citato ampliamento parcheggio località Carlon).

La collaborazione con il comune di Carpi nell’area all’interno della Colonia Val Paradiso è stata recentemente rinnovata con collaborazioni e stimoli che sempre di più potranno portare benefici al territorio tramite servizi ad uso dei residenti estivi e dei turisti.

Si ipotizza la realizzazione di un impianto di illuminazione a basso impatto energetico e ambientale, su tratti del percorso pedonale che da Villa Strobele arriva a Malga Costa.

Lavorare in stretta collaborazione con l’Associazione Amici della Val di Sella per sostenere e promuovere servizi e attività culturali, sportive, ricreative a favore dei residenti estivi.

AGRICOLTURA

Il mondo contadino e tutti gli operatori di settore costituiscono un patrimonio insostituibile non solo per la produzione agricola, ma anche per la conservazione, la manutenzione e la salvaguardia del territorio. Va sostenuta l’agricoltura biologica e a km zero anche nella filiera di vendita locale. Promuovere il sostegno alla ricettività eno-gastronomica con prodotti locali. Attivare processi collaborativi tra aziende per sostenere il mercato e promuoverlo anche dal punto di vista turistico.

Attivare dal punto di vista urbanistico e pianificatorio, sollecitando in tal senso anche la Provincia di Trento, una semplificazione normativa per le piccole e medie aziende che vogliono investire sul nostro territorio per creare o ampliare le attività.

Sostegno e collaborazione ai Consorzio di miglioramento fondiario di Borgo ed al Consorzio di Olle come strumenti privati di azioni a favore dell’agricoltura e della protezione del territorio. I consorzi rappresentano la storia e l’attaccamento al territorio quali importanti valori da custodire e grazie alla forma associativa consentono una forte promozione dello sviluppo economico complessivo.

Si intende individuare aziende locali con le quali istituire dei rapporti di promozione sociale e culturale che possano ospitare al proprio interno fattorie didattiche utili anche negli eventi locali.

Si promuoveranno degli studi specifici per il recupero ed il ripristino a coltivato dei terreni incolti che tramite la “banca della terra” costituita di recente, potranno essere più facilmente messi a disposizione anche dai privati. Promuovere le possibilità di contribuzione pubblica sui bandi GAL, PSR (piano sviluppo rurale) o altri fondi che saranno messi a disposizione.

Si sostiene la riqualificazione dei declivi della zona cosiddetta dei “boali”, quella a ridosso di Castel Telvana e a Olle, per la reintroduzione della viticoltura.

Si promuove una politica di incentivazione e sostegno all’apicoltura attraverso le associazioni di categoria del nostro territorio, con aiuti per la formazione e la diffusione della conoscenza sul tema.

ARTIGIANATO

Per il settore dell’artigianato si intende operare implementando e migliorando i servizi che l’ente pubblico mette a disposizione con una politica di raccordo con la Provincia per:

– rendere le banche dati delle pubbliche amministrazioni interoperabili con la razionalizzazione delle procedure informatiche

– utilizzare strumenti digitali per innovare e migliorare i servizi alle imprese, ai cittadini e ai professionisti

– intensificare le relazioni con la CCIA per i rapporti con le imprese e la formazione necessaria in ambito di appalti pubblici

– nelle opere pubbliche di media e grande dimensione lavorare sulla suddivisione dei lavori con appalti dedicati

– sostegno alla garanzia di pagamento diretto dei subappaltatori

– potenziare le competenze digitali degli operatori pubblici

– organizzare eventi per la promozione delle aziende artigiane locali

– sollecitare un confronto tra categoria e istituti scolastici locali per prevedere e quindi implementare nel sistema scolastico nuove professionalità e incrementare i tirocini presso le imprese.

– promuovere e sostenere il completamento delle reti in fibra ottica, quale strumento per l’efficienza digitale delle attività produttive e di servizio

– promuovere le diverse forme di artigianato artistico che hanno avuto una grande storia a Borgo e potrebbero avere un futuro rinnovato creando nuovi posti di lavoro (anche attraverso la rivalutazione e il recupero espositivo ad esempio di parte della fontana del Casagrande).

OSPEDALE CIVILE SAN LORENZO

L’ospedale è il punto di riferimento territoriale sulla cura e prevenzione della Comunità e come tale va gestito e implementato con una politica di prospettiva.

La nostra vuole essere una politica di confronto non demagogica ma incentrata sulle soluzioni puntuali delle problematiche che emergeranno tendendo soprattutto ad anticipare questioni che poi trovano difficile risoluzione.

Punto focale del futuro non è solo l’ampliamento che dalle informazioni in possesso dovrebbe partire nel 2020 (ora in fase di appalto) ma la strutturazione interna in particolare del Pronto Soccorso. Da quando è in carico al nostro pronto soccorso anche la gestione dell’Alta Valsugana si è rilevato un accumulo di lavoro che in molte fasce orarie fatica a soddisfare le richieste in tempi ragionevoli. Il pronto soccorso dovrà essere gestito con medici di medicina d’urgenza che, lavorando in stretto regime collaborativo con il primariato di Trento, garantiscano una copertura 24h/24. Questo permetterà inoltre agli altri servizi interni (medicina, radiologia, chirurgia, ecc..) di poter contribuire in modo mirato senza la preoccupazione della gestione diretta di un reparto d’urgenza specifico come il pronto soccorso (con il rischio di allontanare medici internisti). Lo stesso pronto soccorso, oltre che dal punto di vista tecnologico, dovrà essere potenziato con più stanze di astanteria con telemetria, anche per evitare di avere degenze sui corridoi.

Va potenziato il servizio 118 Trentino Emergenza con 2 equipaggi attivi 24h/24.

Potenziare il servizio di radiologia e diagnostica con turni fissi e non con reperibilità.

Si deve inoltre programmare la sostituzione dei primari e dei medici che sono in procinto di andare in pensione con delle assunzioni e affiancamenti che permettano una garanzia di continuità e specializzazione su patologie specifiche già ora prese in carico.

Si deve puntare ad una politica anche di sostegno ai medici di famiglia per addivenire ad un centro medico di base dove raggruppare i medici e quindi creare un sistema di riferimento locale con ampia copertura e interazione.

URBANISTICA

Prevediamo una Revisione al Piano Regolatore generale, tale revisione dovrà adeguare una serie di questioni risultate inattuate dall’attuale PRG e che hanno vincolato altre ipotesi di sviluppo. La variante al PRG dovrà avere una visione a medio termine di aree attualmente pensate con criteri vecchi o superati.

Si intendono valutare e prendere in considerazione tutte le richieste pervenute che possano dare soddisfazione a quei nuclei familiari che intendono radicarsi sul nostro territorio ampliando piccole zone adiacenti.

Andrà approvato il piano “Recupero insediamenti storici” che dovrà tenere conto dell’unicità del nostro centro storico con politiche di sviluppo e riqualificazione e della volontà di alleggerire i vincoli ad esempio sui cambi di destinazione d’uso delle attività commerciali nelle zone non più ad interesse commerciale in stretta correlazione all’aggiornamento della carta dei rischi del PGUAP (Piano Generale di Utilizzazione delle Acque Pubbliche) dopo gli ultimi lavori di messa in sicurezza della Brenta. Si intende analizzare e valutare le note tecniche e le osservazioni che potranno arrivare da una fase di confronto aperta, che vi sarà sullo strumento attualmente predisposto.

Una visione per quartieri permetterà di individuare criticità nei servizi e migliorare l’approccio di pianificazione.

Sollecitare la Provincia per un alleggerimento del carico burocratico che ricade sui privati e sui Comuni per agevolare le ristrutturazioni in centro storico anche dal punto di vista finanziario.

Continuare nel sostegno finanziario del Comune alle ristrutturazioni delle facciate e degli affreschi in centro storico.

Prevediamo un recupero edilizio di edifici in centro storico fatiscenti o non utilizzati che il Comune potrà acquisire a patrimonio per individuare soluzioni di riqualificazione o di nuova destinazione per parcheggi e aree verdi (ad esempio edifici su via Fratelli, piazza Romani, ecc…).

Si prevede un confronto puntuale sul Piano Attuativo area Bagni che dovrà assumere

urbanisticamente e commercialmente (come previsto dal Piano Territoriale della Comunità di Valle e dal vigente prg) anche un ruolo di valorizzazione economica del centro storico di Borgo vista la vicinanza.

Si prevede una riduzione, diversificata per tipologia, del valore delle aree edificabili in adeguamento al mercato attuale.

ENERGIE RINNOVABILI E MOBILITA’ SOSTENIBILE

Una politica attenta all’energia rinnovabile ha permesso negli ultimi anni di sfruttare a Borgo sia il fotovoltaico sia l’energia idroelettrica. E’ intenzione di procedere su questo tema tramite:

– realizzazione interventi di impianti fotovoltaici dove vi è un’esigenza di consumo diretto

– realizzazione centraline idroelettriche su: (Cogno-Betulle) già autorizzata la concessione e nuova centralina sul tratto “castello” attualmente in fase autorizzativa.

– adeguamento alle nuove tecnologie degli impianti di riscaldamento degli edifici di proprietà comunale

– commissionare uno studio di fattibilità economico finanziario su nuove tecnologie per la produzione e lo stoccaggio di energia prodotta da fonti rinnovabili

– installazione di nuove colonnine ricarica auto e bici elettriche

– aumentare il sostegno finanziario all’acquisto delle bici elettriche

– essendo la Valsugana un territorio dove le fuel cell e l’idrogeno stanno radicalizzandosi tramite aziende private con grandi investimenti si intende promuovere con la Provincia di Trento e le aziende di settore uno sviluppo possibile (presentato anche nella green week a Trento di marzo 2019) dove l’idrogeno potrà essere parte integrante di un processo di riconversione dei mezzi della rete ferroviaria locale nel tratto Trento – Venezia. Una finalità imprescindibile sarà quella di legare questo progetto a nuove professionalità che possono essere individuate all’interno del centro di formazione professionale di Borgo.

– Attraverso azioni specifiche del P.A.E.S. (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile) saranno coinvolte le Scuole, Istituto Comprensivo e CCFP Enaip, al fine di far maturare la consapevolezza nelle giovani generazioni che il futuro sostenibileè responsabilità di tutti.

COMUNICAZIONE

Il comune di Borgo vorrà essere sempre più digitale ed offrire servizi pubblici tramite web. Si ritiene importante aggiornare il sito internet comunale sia per renderlo maggiormente fruibile ma anche per implementare nel tempo quanto possibile l’utilizzo digitale della comunità. Si intende inserire un sistema di comunicazione diretta per tutte le esigenze che i cittadini possono rilevare (illuminazione non funzionante, tombini danneggiati, buche, ecc…). Si valuteranno i sistemi di comunicazione attivabili tipo chatbox per le comunicazioni di interesse generale e d’urgenza (sul tipo di quello della protezione civile).

Si intende mantenere Borgo notizie cartaceo con due uscite all’anno e implementare un Borgo Notizie WEB che permette di raggiungere in modo veloce e puntuale la cittadinanza su tematiche e aggiornamenti utili.

Candidato Sindaco

Enrico Galvan